Manutenzione auto: quale tipo di motore conviene di più?

manutenzione auto diesel benzina GPL metano ibrida elettrica

Manutenzione auto: quale tipo di motore conviene di più?

Diesel o benzina? GPL oppure metano? Ibrida o elettrica? Verità nascoste e falsi miti che dovresti conoscere se vuoi sapere in anticipo quanto ti costerà mantenere la tua auto

Ciao da Matteo Santuliana.

In questo articolo voglio aiutarti a fare chiarezza sulle principali differenze in termini di manutenzione e costi di gestione tra le varie tipologie di auto in commercio.

Moltissimi clienti dell’Autofficina Santuliana mi fanno domande tipo:

  • Diesel o Benzina: quale manutenzione costa di più?

  • Auto a GPL o Metano: quale conviene?

  • Auto Ibrida o auto Elettrica: cosa comprare?

Le differenze tra queste motorizzazioni sono notevoli, ma esistono anche le FALSE CREDENZE…

È normale – specialmente se devi comprare una vettura nuova – farti delle domande su quanto costerà mantenere l’auto nel tempo.

Tuttavia prima di entrare nello specifico delle differenze tra una e l’altra, e prima di sbriciolare qualche luogo comune o convinzione diffusa ma SBAGLIATA, ti invito a riflettere su questi punti:

  • Pensa a com’è il tuo stile di guida: energico, ami le prestazioni, vuoi motori brillanti sotto il cofano, o magari al contrario preferisci la tranquillità, hai un piede leggero sul pedale del gas e preferisci il risparmio all’emozione di guida?

  • Considera la media annuale dei tuoi spostamenti: quante volte a settimana prendi la macchina, quanti chilometri dura un viaggio, se ti muovi prevalentemente attorno a casa tua o se fai tanti spostamenti a lunga percorrenza, se trasporti pesi e persone oppure no.

  • Valuta se ti piace avere una nuova macchina sotto al sedere ogni due-tre anni, oppure se rimani fedele alla tua auto anche dieci anni o più e ti interessa che duri molto tempo prima cambiarla.

Metti nero su bianco queste considerazioni, leggile tutte in fila e avrai subito una “lista di requisiti” che la tua auto deve soddisfare per renderti un automobilista felice.

Tienila sotto mano perché tra poco dovrai consultarla.

E ora, con la tua bella lista pronta, tuffiamoci nel vivo di questo articolo.

TAGLIANDO AUTO: PUOI FARLO DOVE VUOI SENZA INVALIDARE LA GARANZIA

Magari non sai che la cosiddetta Direttiva Monti ti autorizza a fare il tagliando di qualsiasi automobile nuova – ancora soggetta a garanzia – presso qualsiasi meccanico autorizzato di tua fiducia.

Ne ho parlato in dettaglio in questo articolo del mio blog, ma se vuoi leggere il documento ufficiale sulla Gazzetta dell’Unione Europea lo trovi qui.

In parole povere la manutenzione periodica prevista sul libretto di garanzia dell’automobile – comunemente detta “tagliando” – puoi farla anche nelle officine indipendenti e la garanzia rimarrà comunque valida.

L’importante, come facciamo sempre noi alla Santuliana, è che siano rispettate le indicazioni previste dal costruttore e si utilizzino ricambi originali oppure di qualità equivalente.

È importante non cercare il massimo risparmio quando fai il tagliando alla tua auto, o come ti spiegavo in questo articolo sui tagliandi potrebbe non essere il grosso affare che credi…

Non vale la pena rischiare la tua sicurezza e quella dei tuoi familiari per 100 euro di sconto, non pensi?

Detto questo, vediamo le differenze tra una tipologia di auto e l’altra.

Diesel VS Benzina: quale conviene?

La credenza comune è che le auto a benzina abbiano costi di manutenzione MOLTO più bassi mentre fare tagliandi e riparazioni alle auto Diesel sia più costoso.

E ti dirò, fino a qualche anno fa era vero.

Però ormai la differenza si è ridotta moltissimo per l’effetto di tendenze contrapposte. 

Mi spiego.

Ormai i due carburanti sono sempre più vicini a livello di prezzo.

Perciò anche il fatto che le auto a benzina facciano meno chilometri con un litro incide meno sui costi complessivi da affrontare per tutta la “vita” della tua auto.

Inoltre, sul piano economico e nel lungo periodo, devi considerare anche questi fattori:

  • L’auto a gasolio ha una resa Km/litro superiore;
  • Il motore Diesel dura molto più del motore a benzina (quasi il doppio!), se ti interessa mantenere l’auto negli anni e farci tanti chilometri;
  • Il valore di un’auto Diesel rimane alto più a lungo rispetto alle auto a benzina, e la differenza si sente quando la vendi oppure la rendi al concessionario.

Tutto questo potrebbe far pensare a una convenienza nettamente superiore del Diesel rispetto al benzina, ma non è proprio così

Il benzina continua a essere concorrenziale se mettiamo in conto che, per commercializzare Diesel più puliti, più silenziosi e più performanti, le case produttrici hanno realizzato motori più sofisticati

Quindi hanno una manutenzione più costosa, anche per rientrare nei parametri delle emissioni.

Occhio però perché le nuove motorizzazione a benzina, per rientrare nei parametri EURO 6 D temp ultimo aggiornamento che riguarda le emissioni, hanno filtro antiparticolato e valvola EGR (ricircolo gas di scarico) come le Diesel.

Quindi anche le benzina di ultima generazione avranno problemi di filtro anti particolato e valvola EGR.

Eh si, le sempre più stringenti normative anti inquinamento hanno costretto i produttori di auto a mettere FAP (filtro antiparticolato che trattiene “gli inquinanti” che escono dal tubo di scappamento della tua auto) e valvola che recupera questi gas e li reimmette nel tuo  motore, la famosa valvola EGR.

Scusa se sono ripetitivo, ma è una cosa molto importante che devi sapere e che nelle Diesel degli ultimi 10 anni ha creato non pochi problemi di rottura e manutenzione agli automobilisti.

Bisogna riconoscere che anche il costo di acquisto iniziale di un Diesel è maggiore…

E va detto che l’avvento dell’ibrido ha cambiato un po’ lo scenario dei motori a benzina, come ti spiegherò tra poco…

Perciò, tirando le somme, per capire quale auto ti conviene di più in termini di costi (considerando sia i consumi che la manutenzione) è ancora più importante avere le idee chiare su quanto tempo hai intenzione di tenere la macchina.

La vuoi cambiare spesso? Chi la pensa così, di frequente è anche amante delle prestazioni brillanti, perciò il benzina sembra la scelta migliore.

La vuoi tenere a lungo? Un buon Diesel preserva il suo valore nel tempo e la manutenzione un po’ più costosa continua a essere compensata dal minor prezzo del carburante (ma attenzione alle limitazioni di circolazione, ne parleremo meglio in un prossimo articolo).

Consiglio dell’ultimo minuto: se vai da un meccanico che non conosci, assicurati che sia onesto e ti metta davvero l’olio che ti farà pagare in fattura… più di una volta ho sentito storie dell’orrore al riguardo (noi di Santuliana ti mandiamo anche i video su Whatsapp! Leggi questo articolo su come fare la giusta manutenzione alla tua auto.)

GPL VS Metano: La differenza dei costi di manutenzione (e non solo)

Rimanendo nell’ambito del motore a benzina, il quale ha costi più alti per quanto riguarda i consumi, negli ultimi anni è innegabile che gli impianti a gas abbiano avuto un grande successo.

E non parlo solo del costo del pieno, o del “costo per chilometro” se vogliamo essere più precisi…

Anche a livello ambientale il motore a GPL o metano è interessante: inquina molto meno dei motori a benzina o gasolio, non a caso le auto con queste alimentazioni soffrono meno dei blocchi alla circolazione o dei percorsi vietati come le ZTL.

E infine, un altro motivo del loro successo è che in alcune Regioni ci sono altre agevolazioni come ad esempio le esenzioni o sconti sul bollo (un dettaglio da non trascurare se vuoi fare i conti bene!) che puoi consultare direttamente dal sito dell’ACI.

Se poi scendiamo nel tecnico e consideriamo i costi di manutenzione, il GPL vince.

Il motivo è semplice:

le bombole di gas per l’alimentazione a METANO devono essere revisionate ogni 4 o 5 anni, mentre per le bombole del GPL dovrai fare il cambio, ma solo ogni 10 anni con una spesa che parte da 500 euro.

Quanto alla manutenzione ordinaria, tra GPL e metano è un testa a testa.

Per entrambi i tipi di alimentazione a gas c’è una sollecitazione più forte delle valvole del motore, che non hanno più l’azione lubrificante della benzina…

Di conseguenza, soprattutto se l’impianto non è stato realizzato direttamente dal costruttore ma aggiunto a posteriori, le sedi delle valvole si usurano aumentando la necessità di fare regolazioni del gioco… 

…e alla lunga metti in conto di dover revisionare la testata, che non costa poco.

D’altro canto, il metano come carburante costa meno del GPL perciò se macini parecchi chilometri alla fine del mese il conto della carta di credito sarà più leggero.

E l’impianto? Torna di nuovo in vantaggio il GPL, perché per realizzare l’impianto a GPL il prezzo va dai 1000 ai 1200 euro…

Mentre per un impianto a metano la spesa va dai 1500 euro ai 2000 euro, in media.

“Perciò Matteo, quale auto devo scegliere tra metano a GPL?”

Riprendi in mano la tua lista, quella che ti ho fatto compilare prima, e rileggila.

Se ami una guida più sportiva, vai sul GPL perché ha una riduzione di prestazioni meno marcata rispetto al metano (entrambi sono meno brillanti del benzina puro, ma almeno col GPL non lo rimpiangerai troppo).

Se invece la tua passione è spendere il meno possibile quando viaggi, e fai almeno 20 o 30 mila chilometri l’anno, ti consiglio il metano tanto sono convinto tu abbia una guida morbida e dal piede leggero. Le prestazioni brillanti non ti interessano.

Ed ora tocchiamo un aspetto “elettrizzante” delle auto più moderne…

Auto IBRIDA VS Auto ELETTRICA: quale conviene?

L’auto ibrida ha un motore termico (Benzina oppure Diesel) al quale si aggiunge un motore elettrico che entra in funzione in momenti diversi a seconda del “tipo di ibrido” in questione.

Senza scendere nel tecnico che ti annoierebbe a morte, andiamo dalle auto ibride più semplici, con un semplice supporto dell’elettrico alla partenza – per vincere l’inerzia del veicolo fermo – oppure nella marcia a bassa velocità…

fino alle ibride più complete con autonomia completa in modalità “solo elettrica” di 50-70 Km.

Naturalmente, queste ultime hanno un costo di acquisto nettamente superiore alle ibride del primo tipo, ma anche un impatto ambientale migliore e più contenuto.

Tuttavia, la manutenzione dei motori termici a benzina o Diesel va fatta anche per le auto ibride. Ma nonostante questo…

Anche se costano di più, il costo delle auto ibride più evolute è ancora largamente INFERIORE a quello delle auto 100% elettriche

Senza stare a discutere della facilità o meno di ricaricare un’auto elettrica quando sei in giro (auguri)…

Ti invito a conteggiare i costi per installare una colonnina di ricarica a casa tua, sempre che tu possa farlo.

(E se pure ci riesci, calcola pure il costo di aumentare la potenza del tuo contatore o non potrai accendere nemmeno una lampadina in casa quando la ricarichi)

Ed anche se è vero che non avendo il motore termico la manutenzione del motore totalmente elettrico è poco impegnativa…

La manutenzione dei componenti elettrici e la sostituzione delle batterie è invece ancora molto costosa

Certo, anche qui le agevolazioni Regionali e gli incentivi possono mitigare i costi di acquisto e di bollo (rileggi questo articolo sulle auto comprate grazie all’Ecobonus).

E senza dubbio, per quanto riguarda la circolazione, auto ibride ed elettriche sono entrambe agevolate quando ci sono dei blocchi dovuti all’inquinamento (con le elettriche non hai praticamente nessun limite).

Ma ora riprendi in mano la tua lista delle abitudini alla guida, e ascoltami bene.

Se fai solo viaggi brevi e nei dintorni di casa, l’auto elettrica può essere un’opzione interessante per gli ambientalisti che non hanno paura di investire (il costo iniziale è davvero ancora uno scoglio, per tutte le marche).

Se fai anche viaggi lunghi e non vuoi fermarti chissà dove per ore in attesa della ricarica, evita l’auto elettrica e rimani sull’ibrido.

Un attimo, non ho finito, c’è un altro aspetto FONDAMENTALE da considerare.

Se fai strada di montagna, con tanta salita ogni giorno, l’autonomia delle batterie elettriche colerà a picco

La discesa è d’aiuto, e permette di ricaricare le batterie, ma non abbastanza da pareggiare il maggiore consumo dovuto alle salite (le batterie delle auto elettriche e ibride sono molto pesanti).

Perciò se il concessionario ti promette 350 km di autonomia con le batterie cariche al 100%, se abiti o lavori in collina o in montagna tu considera anche 100 o 150 km in meno…

…specialmente se ti piace una guida più sportiva e vuoi sentire nella schiena la spinta del motore elettrico (in effetti è molto performante, finché hai carica!)

Bene. 

Ora hai un quadro più completo delle differenze dei costi di gestione e manutenzione di ogni tipologia di motorizzazione in commercio.

Se vuoi un consiglio su come evitare di spendere più del dovuto nella manutenzione della tua auto, che sia Benzina oppure Diesel, GPL oppure metano, Ibrida oppure Elettrica, ho qualcosa che fa al caso tuo:

Scarica la mia guida gratuita “I 5 segreti per non buttare via soldi nella manutenzione auto”

È un regalo che faccio a tutti gli amici di Autofficina Santuliana, la trovi a questo link.

manutenzione auto diesel benzina gpl metano ibrida elettrica

Ho condensato anni e anni di “vita da officina” in questo manuale pratico, sono convinto che lo troverai utile (e si legge in 10 minuti, ne vale davvero la pena).

 

Alla tua sicurezza

Matteo Santuliana

P.S.

Vuoi anche qualche dritta sulle gomme e su come fare un acquisto di pneumatici intelligente? Ho un altro ebook per te: scaricalo GRATIS da qui.

Call Now Button